cara zia,

ti scrivo in fretta per dirti che sto partendo per Lugano, mi ha chiamato Piera per avvertirmi che papà non sta affatto bene ed è preoccupata. Dice che è caduto alla bicicletta, ma anche che in generale pare non stare bene e lei non è tranquilla. Ha provato a cercare i miei fratelli ma senza fortuna, così ha chiamato me.

I ragazzi sono stati qui tutti e tre con il piccolo Sean, e me li sono goduti tantissimo. Abbiamo trascorso splendide giornate, in piscina e a passeggio per le viuzze di San Gimignano quando non era troppo caldo per lui. Mi ha fatto piacere che anche Lorenzo sia venuto, così anche lui ha potuto stare un po’ con le sorelle. Ora sono ripartiti tutti per Milano, dopo domani Gaia volerà nuovamente a casa sua in Canada.

Io invece partirò fra poche ore, un’amica che in questo periodo sta cercando casa e non ha dove stare, verrà ad abitare qui da me così mi guarderà la casa e i gatti. Lavora con me a Pentarte, e sia lei che le altre socie si sono offerte di coprire i miei turni e badare alle mie vendite. Penso di fermarmi da papà una quindicina di giorni, voglio rendermi conto personalmente della sua salute, accompagnarlo dal medico, fargli un po’ di spesa come si deve in modo da essere sicura che si nutra bene.

Ti terrò al corrente. Per ora un grande abbraccio, Linda che è di corsa.